housing sociale

Housing sociale

DSC_0015_BN


Il termine Housing Sociale indica quegli interventi di politica abitativa d’interesse pubblico che vanno oltre i confini dell’Edilizia Residenziale Pubblica e che vedono il concorso di soggetti privati e non profit.
Con tale termine si identificano tutte quelle attività con finalità sociali messe in campo nel nostro Paese da organismi pubblici o privati per affrontare il disagio abitativo, non solo delle fasce in assoluto più deboli della popolazione, ma anche di quella vasta area intermedia di persone che si trovano a fronteggiare il problema abitativo pur potendo contare su un reddito e su una condizione di relativa stabilità.
Fanno parte di quest’area le famiglie monoreddito, lavoratori precari, famiglie monogenitoriali, giovani ed anziani.
L’Housing Sociale rappresenta, quindi, uno degli strumenti tramite il quale sostenere quest’area intermedia di persone che non rientra nei canoni di povertà economica previsti per accedere all’Edilizia Residenziale Pubblica ma che allo tempo stesso non è in grado di misurarsi con il mercato dell’abitare.
L’Edilizia Sociale si caratterizza soprattutto come mercato dell’affitto, ma anche per percorsi finalizzati alla proprietà differita e all’acquisto a riscatto dell’appartamento utilizzato.
In particolare, secondo il Cecodhas, il Comitato Europeo per la promozione del diritto alla casa, Social Housing significa offrire alloggi e servizi con forte connotazione sociale, per coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato (per ragioni economiche o per assenza di un’offerta adeguata) cercando di rafforzare la loro condizione.
In Italia, purtroppo, l’Housing Sociale non ha una definizione giuridica; la sola definizione esistente è quella di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) che fa riferimento all’intervento diretto del settore pubblico nel comparto abitativo (che incide molto poco sull’offerta residenziale, circa il 5%).
Tale carenza legislativa, complica il dialogo con la P.A. e, quindi, complica la realizzazione di progetti di Housing Sociale.
Ad ogni modo, i punti fondamentali su cui battere nei rapporti con la P.A. per la promozione e lo sviluppo dell’Edilizia Sociale, sono: a) le relazioni con le comunità e i residenti; b) la legislazione e il quadro normativo; c) i criteri di assegnazione; d) l’accesso ad aree a costi calmierati, attraverso la pianificazione territoriale e l’identificazione delle aree; e) l’accesso al credito, tramite finanziamenti agevolati e fondi di garanzia; f) le agevolazioni fiscali, regime IVA speciale, costi di costruzione e urbanizzazione agevolati.

Una Risposta to “housing sociale”

  1. enzuccio62 Says:

    stampa a word complila falla vedere ai sindacati casa poi la domanda in marca devi consegnarla al Comune della tua residenza
    ——————————————————————————–

    RISPOSTA SOTTOLINEATA GIA NELLA PRECEDENTE E MAIL altro utente ,a word cancellate novara e le leggi regionali piemonte inserite nella compilazione ,quelle esistenti della tua città e vs regione e dalla al comune della tua residenza .se avete problemi stampate la presente compilata da vo e fatevi aiutre dal sindacato casa by bv incenzo Sottolineato ,se non conosci le leggi chiedile al sunia sindacato casa della tua zona ,saluto enzo

    –MARCA DA BOLLO 14 ,62 € DA CONSEGNARE AL COMUNE DELLA TUA ULTIMA RESIDENZA

    SPETT.LE ASSESSORE ALLA CASA

    DEL COMUNE DI ______________ PROV .DI ____________

    PRAT. N° ____________ __________/ DEL ______________

    ISTANZA EMERGENZA ABITATIVA PER ALLOGGI DI ESCLUSIVA PROPRIETA’ COMUNALE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA’

    (Art. 46 del DPR n° 445 del 28/12/ 2000)

    Il/La sottoscritto/a _______________________________________________________ nato/a a _______________________________________________il _________________________ Residente in Novara Via/Corso/Piazza ____________________________________n° ______ Domiciliato/a
    c/o ____________________Via/Corso/Piazza ____________________ n° ____ Recapito Telefonico ______________________ cell. ________________________________ Consapevole delle responsabilità e delle pene stabilite dalla Legge per false attestazioni e mendaci dichiarazioni, sotto la propria responsabilità (art. 76 DPR N. 445 del 28.12.2000)

    DICHIARA (barrare le caselle che rispecchiano la situazione) di avere la residenza anagrafica nel Comune di NOVARA da tre anni; di essere cittadini ultra quarantenni, con gravi e certificate patologie, o comunque anche con età anagrafica diversa ma in presenza di gravi e documentate patologie (dichiarazione utile a dimostrare la presenza di situazione di disagio psico-fisico rilasciata da Servizi pubblici specialistici della competente ASL); di non essere titolare di diritti esclusivi di proprietà o di altri diritti reali di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su alloggio che si trovi ubicato nel territorio regionale e che non sia stato dichiarato inabitabile. assenza di rinuncia o cessione, totale o parziale, eccetto nei casi previsti per legge di alloggi di edilizia sociale eventualmente assegnati negli ultimi cinque anni; assenza di rinuncia di alloggi comunali assegnati nei cinque anni antecedenti l’assegnazione; di non essere e di non aver partecipato in alcun modo ad occupazione senza titolo di alloggi di edilizia sociale e/o di alloggi comunali; di non aver subito un provvedimento di decadenza da una precedente assegnazione di alloggio comunale e/o di edilizia sociale per inosservanza di quanto previsto dall’art.17, della L.R. n 3 del 2010 o di annullamento dell’assegnazione. di essere in possesso della seguente situazione reddituale (N.B. è necessario allegare dichiarazione dei redditi riferita all’anno precedente Mod. CUD, UNICO, 730, 201, ecc.): o nucleo con singolo componente con reddito pari e/o inferiore a € 6.000,00 o nucleo con due componenti con reddito complessivo pari e/o inferiore a € 10.000,00 o nucleo con tre componenti con reddito complessivo pari e/o inferiore a €.12.000,00; o nucleo il cui reddito relativo all’anno in corso è di € ________________________________; di trovarsi in almeno una delle condizioni previste dall’art. 6 del regolamento delle procedure di assegnazione – D.P.G.R.n ______________ e precisamente: o essere assoggettato/a a procedure esecutive di sfratto o a decreto di trasferimento conseguente a procedura esecutiva immobiliare o a rilascio di abitazione coniugale a seguito di sentenza di assegnazione all’altro coniuge; o essere forzatamente costretto/a a rilasciare l’alloggio in cui abita a seguito di ordinanza di sgombero o in conseguenza di eventi calamitosi che lo rendano inutilizzabile; o abitare un alloggio dichiarato, dalla competente azienda sanitaria locale, non idoneo all’abitazione, in relazione alle condizioni di salute di uno o più degli occupanti; o trovarsi nella condizione di profugo/a o rifugiato/a; o risultare ospite da almeno tre mesi di dormitori pubblici o di altra struttura alloggiativa procurata a titolo temporaneo dagli organi preposti all’assistenza pubblica.

    Novara, lì __________________________ __________________________________________ Firma del richiedente

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: