termine perentorio,dies a quo ,indica il termine nel quale è specificato nell’atto.

ATTO ADEMPIMENTI delle PARTI o del GIUDICE AMMINISTRATIVO DIES A QUO dies ad quem computatur indica il principio secondo il quale nel computo dei termini a giorni. TERMINI
Ricorso giurisdizionale al T.A.R. Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla notificazione o dalla piena conoscenza del provvedimento o dal formarsi del silenzio o dall’avvenuta pubblicazione 60 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: se il ricorrente è residente in un altro Stato europeo Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla notificazione o dalla piena conoscenza del provvedimento o dal formarsi del silenzio o dall’avvenuta pubblicazione 90 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: se il ricorrente è residente fuori Europa Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla notificazione o dalla piena conoscenza del provvedimento o dal formarsi del silenzio o dall’avvenuta pubblicazione 150 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: se il cointeressato ha già proposto ricorso gerarchico Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla comunicazione da parte della P.A. dell’avvenuto deposito del ricorso al T.A.R. 30 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: silenzio su ricorso gerarchico Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla presentazione del ricorso gerarchico 90 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: silenzio rifiuto Notificazione all’Autorità che ha emanato l’atto e ad almeno un controinteressato Dalla diffida a provvedere 90 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: silenzio inadempimento ex art. 2, comma 3, L. n. 241/1990,oin base ad altre norma specifiche Formazione automatica del medesimoFormazione automatica del medesimo Dall’istanza del privatoDall’istanza del privato Dopo 30 giorniTermine variabile
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: ricorso ex art. 2, L. n. 205/2000 Decisione del giudice sul silenzioAdempimento da parte della P.A. in caso di accoglimento totale o parziale in primo gradoOppureInadempimento, con nomina di un commissario ad istanza di parte Dallo spirato termine per il deposito del ricorso o dall’istruttoria eventualmente espletata (anche in appello)Dalla notificazione o comunicazione della sentenza 30 giorni30 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: costituzione del ricorrente Deposito del ricorso in segreteria con le prove delle eseguite notificazioni Dall’ultima notificazione del ricorso 30 giorni
Ricorso giurisdizionale al T.A.R.: costituzione degli intimati Deposito di memorie, documenti, domande, procure Dallo spirato termine per il deposito del ricorso 60 giorni
Ricorso incidentale Notificazione come per il ricorso principale Dallo spirato termine per il deposito del ricorso principale 30 giorni
Ricorso incidentale: costituzione del ricorrente incidentale Deposito del ricorso principale in segreteria con le prove delle eseguite notificazioni Dalla notificazione del ricorso incidentale 10 giorni
Ricorso incidentale: atti di difesa (memorie ed istanze) Deposito a cura delle varie parti Dal deposito del ricorso incidentale 10 giorni
Intervento di interessati Notificazione alle parti nel domicilio eletto e alla P.A. emanante Prima dell’udienza 40 giorni
Intervento di interessati: costituzione dell’interventore Deposito della domanda d’intervento in segreteria Dall’ultima notificazione del ricorso 10 giorni
Intervento di interessati: replica delle altre parti Deposito di memorie istanze e documenti in segreteria Dallo spirato termine per il deposito dell’istanza 20 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R. Notificazione a tutte le parti in causa non aderenti Dall’avvenuta costituzione in giudizio del proponente 20 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R. Proposizione tardiva e relative notificazioni a tutte le parti in causa Dal deposito degli atti evidenzianti l’incompetenza del T.A.R. 20 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: costituzione delle parti presso il T.A.R. concordemente indicato Deposito di atto di costituzione in segreteria Dalla comunicazione dell’avvenuta trasmissione d’ufficio degli atti al T.A.R. competente 20 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: atti di difesa (memorie e documenti) Deposito presso la segreteria del Consiglio di Stato Dalla notificazione del ricorso per il regolamento di competenza 20 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: riproposizione dell’istanza per il regolamento al T.A.R. riconosciuto competente per territorio Notificazione di atto di riassunzione presso il T.A.R. ritenuto competente Dalla notificazione della decisione di accoglimento, da parte del Consiglio di Stato, della domanda di regolamento di competenza 30 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: eccezione d’incompetenza della sezione staccata Deposito della relativa istanza nella segreteria del T.A.R. Dalla notificazione del ricorso principale 45 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: istanza di fissazione d’udienza Da parte del ricorrente, della P.A. o di altra parte costituita Dal deposito del ricorso principale o dall’ultimo atto processuale compiuto 2 anni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: anche per i giudizi pensionistici presso la Corte dei Conti Ricorsi ultradecennali ex art. 9, comma 2, L. n. 205 del 2000 Dalla notificazione del relativo avviso di segreteria 6 mesi
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: decreto di fissazione d’udienza Notificazione al ricorrente ed alle parti costituite Prima dell’udienza fissata 40 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: nei ricorsi di cui all’art. 4, comma 1 e 3, L. n. 205 del 2000, con istanza cautelare accolta (anche solo in appello, con avviso alle parti costituite) Fissazione dell’udienza Dal deposito dell’ordinanza cautelare di accoglimento del T.A.R. o dal ricevimento dell’ordinanza del Consiglio di Stato di riforma di quella di rigetto del T.A.R. 30 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: nei ricorsi di ci all’art. 9, ultimo comma, L. n. 205 del 2000 (sommaria delibazione del regolamento di competenza) Fissazione dell’udienza Fissazione immediata d’ufficio
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: nei ricorsi di cui all’art. 8, comma 2, L. n. 205 del 2000 (provvisionale provvisoriamente esecutiva) Fissazione dell’udienza Dal deposito del ricorso o della relativa separata istanza 30 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: atti di difesa (documenti) Deposito in segreteria Prima dell’udienza 20 giorni (liberi)
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: nei ricorsi di cui all’art. 4, comma 3, L. n. 205 del 2000 Deposito in segreteria Dal deposito o dal ricevimento delle relative ordinanze cautelari 15 giorni
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: atti di difesa: memorie Deposito in segreteria Prima dell’udienza 10 giorni (liberi)
Regolamento di competenza territoriale T.A.R.: nei ricorsi di cui all’art. 4, comma 3, L. n. 205 del 2000 Deposito in segreteria Successivi ai 15 giorni previsti per il deposito dei documenti nei relativi giudizi 10 giorni
Riassunzione del processo interrotto Notificazione a tutte le parti costituite Dalla legale conoscenza dell’evento interruttivo 6 mesi
Riassunzione del processo interrotto: Corte dei Conti, giudizio monocratico pensionistico Comunicazione agli eredi o pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Dalla legale conoscenza dell’evento interruttivo 90 giorni
Per i sucessivi atti: termini non dimezzabili ex art. 4, n. 2, L. n. 205 del 2000
Ricorsi per revocazione di sentenze del T.A.R., ai sensi dell’art. 396 c. p. c. Notificazione come per legge nelle ipotesi di: Entro:
N. 1) Dolo della parte Dalla scoperta del dolo 30 giorni
N. 2) Prove dichiarate false Dal passaggio in giudicato della sentenza su querela di falso 30 giorni
N. 3) Ritrovamento di documenti decisivi Dal loro ritrovamento 30 giorni
N. 6) Dolo del giudice Dal passaggio in giudicato della sentenza che lo abbia accertato 30 giorni
Come precisato nell’art. 395 c. p. c. Dalla pubblicazione della sentenza 1 anno
Ricorso in opposizione a decreto monocratico dichiarante: Notificazione a tutte le altri parti Dalla comunicazione della segreteria, alle parti costituite, circa l’avvenuto deposito del relativo decreto 60 giorni
Rinuncia
Cessata materia
Estinzione
Perenzione, anche in materia di pensioni dinanzi alla Corte dei Conti
Idem Deposito in segreteria del ricorso in opposizione Dall’ultima notificazione 10 giorni
Idem Ordinanza collegiale decisoria in camera di consiglio Dal deposito del ricorso in opposizione 30 giorni
Appello al Consiglio di Stato Notificazione del ricorso in appello alla P.A. emanante ed a tutti i controinteressati Dalla notificazione della sentenza del T.A.R. 60 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi di cui all’art. 4, 1 c., L. n. 205 del 2000 Notificazione del ricorso in appello alla P.A. emanante ed a tutti i controinteressati Dalla notificazione della sentenza del T.A.R.oDalla pubblicazione della sentenza del T.A.R. notificata 30 giornio120 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello (art. 7, 7c., L. n. 205 del 2000) Notificazione del ricorso in appello alla P.A. emanante ed a tutti i controinteressati, per la sospensione dell’esecuzione della sentenza impugnata Dalla pubblicazione del dispositivo ai sensi dell’art. 4, 6 c., L. n. 205 del 2000 30 giorni
Con riserva dei motivi:
Da proporre entro Dalla notificazione della sentenza gravata 30 giorni
Oppure entro Dalla comunicazione della pubblicazione della sentenza non notificata 120 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello sul silenzio della P. A. Notificazione del ricorso in appello alla P. A. emanante ed a tutti i controinteressati Dalla notificazione della sentenza gravata 30 giorni
Oppure Dalla comunicazione della pubblicazione della sentenza non notificata 90 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello sul silenzio della P. A. Sentenza collegiale in camera di consiglio Dalla scadenza del termine previsto per il deposito del ricorso in appello o per gli eventuali adempimenti istruttori 30 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello su ordinanze cautelari Notificazione del ricorso in appello alla P. A. emanante ed a tutti i controinteressati Dalla notificazione dell’ordinanza cautelare del T. A. R. 60 giorni
Oppure Dalla comunicazione del deposito della stessa ordinanza 120 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello sulle ordinanze cautelari già emesse al 10 agosto 2000 Notificazione del ricorso in appello alla P. A. emanante ed a tutti i controinteressati Dal 10 agosto 2000 a) 120 giorni
Appello al Cons. Stato: nei ricorsi in appello sulle ordinanze cautelari già emesse al 10 agosto 2000 Oppure b) previgente termine, eventualmente più breve
Appello al Cons. Stato: costituzione in giudizio dell’appellante Deposito del ricorso con le prove delle avvenute notificazioni nella segreteria del Consiglio di Stato Dall’ultima notificazione 30 giorni
Appello al Cons. Stato: interposto appello Avviso al T. A. R. dalla segreteria del Consiglio di Stato Dall’iscrizione a ruolo del ricorso in appello 30 giorni
Per gli atti successivi: termini dimezzabili ex art. 4, n. 2, L. n. 205 del 2000
Appello al Cons. Stato: costituzione in giudizio degli appellati Deposito di memorie, ricorsi ed istanze Dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso principale in appello 30 giorni
Appello al Cons. Stato: appello incidentale Notificazione a tutte le parti Dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso principale in appello 20 giorni
Appello al Cons. Stato: costituzione in giudizio dell’appellante incidentale Deposito nella segreteria del Consiglio di Stato Dall’ultima notificazione 10 giorni
Appello al Cons. Stato: istanza di fissazione di udienza in appello Deposito nella segreteria del Consiglio di Stato Dal deposito del ricorso principale in appello o dall’ultimo atto di procedura compiuto 2 anni
Appello al Cons. Stato: anche per i ricorsi pensionistici presso la Corte dei conti Deposito di nuova istanza di fissazione d’udienza nei ricorsi ultradecennali ex art. 9, 2 c., L. n. 205 del 2000 Dalla notificazione del relativo avviso di segreteria 6 mesi
Appello al Cons. Stato: decreto di fissazione di udienza in appello Notificazione al ricorrente e alle parti costituite Prima dell’udienza fissata in secondo grado 40 giorni
Appello al Consiglio di Stato Per i ricorsi ex art. 4, c. 1 e 3, L. n. 205 del 2000, con istanza cautelare accolta in appello Dal deposito dell’istanza cautelare di accoglimento da parte del Consiglio di Stato Dopo 30 giorni
Appello al Consiglio di Stato: udienza in camera di consiglio Per i ricorsi ex art. 8, c. 2, L. n. 205 del 2000 – provvisionale provvisoriamente esecutiva – e ad istanza di parte Dal deposito del ricorso o della relativa separata istanza 30 giorni
Appello al Consiglio di Stato: atti di difesa – documenti -. Deposito nella segreteria del Consiglio di Stato Prima dell’udienza 30 giorni liberi
Appello al Consiglio di Stato: atti di difesa – memorie -. Deposito nella segreteria del Consiglio di Stato Prima dell’udienza 30 giorni liberi
Riassunzione del giudizio dinanzi al T.A.R., dopo il rinvio dal Consiglio di Stato Fissazione d’ufficio dell’udienza di riassunzione Dalla comunicazione della sentenza del Consiglio di Stato, ex art. 11, L. n. 205 del 2000 30 giorni
Appello al Consiglio di Stato: atti di difesa – documenti e memorie di tutte le parti -. Deposito nella segreteria del Consiglio di Stato Prima dell’udienza fissata per la riassunzione Fino a 3 giorni
Per gli atti di cui sopra valgono i termini eventualmente dimezzabili per i ricorsi ex art. 4, n. 2, L. n. 205 del 2000, anche in appello se la sentenza gravata venga sospesa.
Ricorso per Cassazione Notificazione del ricorso Dalla notificazione della sentenza d’appello 60 giorni
Ricorso per Cassazione Notificazione del ricorso Dalla pubblicazione della sentenza del Consiglio di Stato 1 anno
Ricorso per l’esecuzione del giudicato Deposito o notificazione Dall’atto di messa in mora 30 giorni
Ricorso per l’esecuzione del giudicato: atti di difesa – memorie dell’amministrazione -. Deposito in segreteria Dalla comunicazione della segreteria al Ministro competente 20 giorni
Ricorso al T.A.R. in materia di operazioni elettorali Deposito nella segreteria del tribunale Dalla data di proclamazione degli eletti 30 giorni
Ricorso al T.A.R. in materia di operazioni elettorali: fissazione di udienza Notificazione del presidente (insieme al ricorso) alla parte che può avervi interesse Dalla data del provvedimento presidenziale 10 giorni
Ricorso al T.A.R. in materia di operazioni elettorali: deposito del ricorso Deposito nelle segreteria di copia del ricorso e del decreto, con la prova delle notificazioni e con gli atti e documenti del giudizio Dalla notificazione 10 giorni
Ricorso al T.A.R. in materia di operazioni elettorali: controdeduzioni del controinteressato Deposito in segreteria Dalla notificazione del ricorso 15 giorni
Sentenza Deposito in segreteria Dalla pronuncia 10 giorni
Sentenza Trasmissione della copia al sindaco a cura del segretario della sezione Dopo il deposito in segreteria Immediatamente
Dispositivo della sentenza Pubblicazione all’albo pretorio Dalla ricezione della sentenza Entro 24 ore
Dispositivo della sentenza Durata della pubblicazione Dalla data di affissione 15 giorni
Appello in materia elettorale Notificazione alle persone nei cui confronti è obbligatoria Dalla notificazione della sentenza 20 giorni
Appello in materia elettorale: altri cittadini elettori Notificazioni alle altre parti Dall’ultimo giorni della pubblicazione della sentenza all’albo pretorio 20 giorni
Appello in materia elettorale: costituzione dell’appellante Deposito del ricorso con le prove dell’avvenuta notificazione Dalla data dell’ultima notificazione 15 giorni
Appello in materia elettorale: costituzione degli appellati Deposito in segreteria Successivi al termine previsto per il deposito del ricorso 15 giorni
Appello in materia elettorale: appello incindentale Notificazione Successivamente al termine previsto per il deposito del ricorso 15 giorni
Appello in materia elettorale: costituzione dell’appellante incidentale Deposito dell’appello in segreteria Dalla notificazione dello stesso 5 giorni
Appello in materia elettorale: domanda di fissazione di udienza Deposito in segreteria Dal deposito del ricorso 1 anno
Appello in materia elettorale: atti di difesa (documenti) Deposito in segreteria Prima dell’udienza di discussione 15 giorni
Appello in materia elettorale: atti di difesa (memorie) Deposito in segreteria Prima dell’udienza di discussione 5 giorni

Tag:

3 Risposte to “termine perentorio,dies a quo ,indica il termine nel quale è specificato nell’atto.”

  1. enzuccio62 Says:

    dies a quo ,termine .

  2. enzuccio62 Says:

    In diritto, la locuzione latina dies a quo non computatur in termino, dies ad quem computatur indica il principio secondo il quale nel computo dei termini a giorni il giorno iniziale (cd. dies a quo) non si computa, mentre va computato il giorno finale (cd. dies ad quem). Ad esempio un termine di 7 giorni che decorre dall’11 settembre scadrà il 18 settembre e non il 17 come accadrebbe se si dovesse computare anche il giorno iniziale dal quale il termine comincia a decorrere.

    Il codice civile italiano ha accolto tale principio all’art. 2963, ai sensi del quale «Non si computa il giorno nel corso del quale cade il momento iniziale del termine…»

    Il principio del dies a quo è presente anche nel codice di procedura penale, all’art. 1724 c.p.p..

  3. enzuccio62 Says:

    si

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: