Tangentopoli

18 feb 2011,
Vai ai contenuti Annunci immobiliari Trovocasa.it Offerte di lavoro Automobili.com In Corriere.it
vitaliquidaAppunti brevi (ma anche meno brevi) di politica & altro
IL PAESE DEI PRIVILEGI: LE CASE PRESTIGIOSE DEL PIO ALBERGO TRIVULZIO DI MILANO AFFITTATE A PREZZI LOW COST

Nell’anniversario di Tangentopoli il Pio Albergo Trivulzio (Pat) torna a scuotere Milano. Il suo patrimonio immobiliare, frutto di lasciti e donazioni secolari a favore dei bisognosi, è al centro di uno scandalo che porta dritti a casa di onorevoli, (ex) segretari di partito, uomini legati alle istituzioni con incarichi in Comune e Regione, parenti del potente di turno. Tutti inquilini di appartamenti di pregio concessi a prezzi low cost.
I loro nomi stanno venendo a galla a colpi di indiscrezioni giornalistiche: ma l’elenco ufficiale finora è stato custodito gelosamente nei cassetti del Pio Albergo Trivulzio, da fine ’700 uno dei più importanti ospizi d’Italia, con immobili in luoghi prestigiosi (via Moscova, piazza del Carmine, piazza Mirabello, via Santa Marta e corso Buenos Aires). Oggi finalmente la commissione Casa e Demanio del Comune, guidata da Barbara Ciabò (Futuro e Libertà), promette di alzare il velo sulla lista. Sono 1.064 nominativi da settimane bersaglio di sospetti e veleni proprio per la segretezza con cui sono stati conservati.

CONTINUA A LEGGERE

Login Registrati Bentornato, Esci CORRIERE DELLA SERA.it Cronache Home Opinioni CorriereTV Economia Salute Scienze Sport Motori Viaggi 27ora Informazione locale Cucina Scommesse & Lotterie Libri Annunci Cronache Politica Esteri Cultura 150 Spettacoli Cinema e TV Casa Animali Milano Roma English Chinese Mobile & eReader Store Corriere della Sera > Cronache > Case di lusso a prezzi low cost Scontro sulla lista degli inquilini
187 COMMENTI –Share Il presidente del consiglio comunale: oggi consegno i nomi
Case di lusso a prezzi low cost
Scontro sulla lista degli inquilini
Milano, i privilegiati nell’elenco degli affitti del Pio Albergo Trivulzio. La lettera della compagna di Pisapia
NOTIZIE CORRELATE
Escono i primi nomi: l’elenco
Il sindaco Moratti: «Bene la consegna dei nomi, ora massima trasparenza»
«Io, compagna di Pisapia, contratto disdetto dopo 22 anni»
La trasparenza conviene di Giangiacomo Schiavi
«Affitti facili, basta omertà in Comune» (18 febbraio 2011)
Ciabò: «Comportamento omertoso» (17 febbraio 2011)
Case del Pio Albergo Trivulzio, affitti «scontati» a politici e amici (17 febbraio 2011)
Il presidente del consiglio comunale: oggi consegno i nomi

Case di lusso a prezzi low cost
Scontro sulla lista degli inquilini

Milano, i privilegiati nell’elenco degli affitti del Pio Albergo Trivulzio. La lettera della compagna di Pisapia

l’ingresso del Pio Albergo Trivulzio a Milano
MILANO – Nell’anniversario di Tangentopoli il Pio Albergo Trivulzio (Pat) torna a scuotere Milano. Il suo patrimonio immobiliare, frutto di lasciti e donazioni secolari a favore dei bisognosi, è al centro di uno scandalo che porta dritti a casa di onorevoli, (ex) segretari di partito, uomini legati alle istituzioni con incarichi in Comune e Regione, parenti del potente di turno. Tutti inquilini di appartamenti di pregio concessi a prezzi low cost.
I loro nomi stanno venendo a galla a colpi di indiscrezioni giornalistiche: ma l’elenco ufficiale finora è stato custodito gelosamente nei cassetti del Pio Albergo Trivulzio, da fine ‘700 uno dei più importanti ospizi d’Italia, con immobili in luoghi prestigiosi (via Moscova, piazza del Carmine, piazza Mirabello, via Santa Marta e corso Buenos Aires).

Le case del Trivulzio

Oggi finalmente la commissione Casa e Demanio del Comune, guidata da Barbara Ciabò (Futuro e Libertà), promette di alzare il velo sulla lista. Sono 1.064 nominativi da settimane bersaglio di sospetti e veleni proprio per la segretezza con cui sono stati conservati (leggi i primi nomi). Del resto, basta sfogliare le delibere del consiglio di amministrazione del Trivulzio, per capire la discrezionalità con cui negli anni sono state gestite le case. Immobili di un ente di diritto pubblico, lasciati in beneficenza dalla Milano con il coeur in man, ma assegnati con un bando pubblico a chi tra i candidati (a parità di requisiti) è in grado di esibire il reddito più alto. Un controsenso per un ente nato con lo scopo di aiutare i poveri. Non solo. Il verdetto finale sui contratti da stipulare è lasciato nelle mani di un comitato ristretto: il direttore generale (Fabio Nitti, in quota Pdl) e il direttore del Dipartimento tecnico (Alessandro Lombardo, vicino all’ex An). La supervisione spetta al presidente del Trivulzio, il chirurgo Emilio Trabucchi (Pdl).

Insomma: affitti (spesso) a prezzi stracciati, per alloggi concessi senza troppi controlli. È questa l’Affittopoli 2011 di Milano. Di qui la richiesta avanzata da settimane dalla commissione Casa e Demanio di rendere noti gli elenchi. Il presidente Trabucchi e gli altri sei membri del consiglio di amministrazione (4 nominati dal Comune e 3 dalla Regione) hanno resistito il più possibile. Tra riunioni in Comune andate a vuoto (anche causa assenza per ferie di Trabucchi) e appelli al Garante della privacy (per il quale non ci sono ostacoli alla comunicazione dei nomi).
Ieri la svolta. Nella tarda serata la lista viene affidata al presidente del Consiglio comunale di Milano, Manfredi Palmeri (Futuro e Libertà). «Consegnerò l’elenco degli inquilini con i dati degli immobili del Pio Albergo Trivulzio alle 16 alla commissione Casa e Demanio – assicura Palmeri -. Lo faccio a garanzia della trasparenza, per correttezza procedurale e per rispetto nei confronti del Consiglio comunale».

Un epilogo inaspettato. La giornata di ieri della Baggina (come a Milano è soprannominato il Pat) inizia, infatti, con un consiglio di amministrazione fiume. E la prima decisione presa dal Cda, dopo ore di dibattito, si rivela in breve un passo falso. «Invieremo alla Commissione regionale di Controllo la lista, completa di nominativi, delle nostre unità abitative e commerciali – annuncia il Cda -. Ad oggi ci risulta essere l’unico soggetto legittimato a verificare la corretta amministrazione delle Aziende di servizi alla persona. È nostra intenzione, comunque, richiedere il parere a un illustre esperto amministrativista, al fine di individuare quali altri soggetti hanno diritto di controllo». Niente di fatto, invece. La Regione ribatte immediatamente che gli elenchi sono «irricevibili»: «Le verifiche sulla conoscenza degli inquilini non sono di nostra competenza». Ma, con il Pd che minaccia di rivolgersi alla Procura e le indiscrezioni sugli abitanti illustri che si moltiplicano, l’elenco dei misteri non può più restare in cassaforte. Così alle otto di sera Trabucchi entra in Comune. Dove per oggi s’annunciano (altri) fuochi d’artificio.

Simona Ravizza
Rossella Verga
18 febbraio 2011
© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA la notizia
CONDIVIDI LE TUE OPINIONI SU CORRIERE.IT Non è possibile
inviare commenti
a questo articolo187
COMMENTI

cosa è cambiato da Mario Chiesa?
18.02|21:26Lettore_730519Non c’è un Craxi che usando la parola mariuolo offese una sensibilità personale e poi in parlamento aprì il vaso di Pandora.Cosa è cambiato da mani pulite ?Il valore delle tangenti è ventuplicato.
Toh !
18.02|19:11silladominiUna giornalista di Repubblica fra i favoriti della cricca, ma che caso. Scrive che Pisapia non c’ entra, chi se ne frega, è lei che ha succhiato il chiodo mica Pisapia. Solite brutte figure di questi moralisti de noialtri. Lavorare per il rintanato in Svizzera le ha insegnato a contar balle…con eleganza e puzza sotto il naso.
Mastella, compare di “battesimi”, cresime e matrimoni
18.02|19:04mac839Dov’è la novità, la notizia, lo scoop? Ma l’esenzione dell’ Ici non è a solo vantaggio di chi(avendo una casa)sta bene o benissimo? E gli alloggi per i militari precari “detenuti” dalle mogli separate dei generali(Exit, dixit!), a 100 euro al mese? I politici hanno lasciato correre sulla speculazione e bolla immobiliare: i prezzi di mercato non gli appart-engono: per loro(zitto e mosca…cieca?)c’era lo sconto, i saldi a prezzi stracciati; tutto ciò vale anche per altro…un costume diffuso ma sempre mirato a rimpinguare chi è già “obeso”. Il dir. di banca che per il surplus aveva il macellaio, per il m.llo che “non” accettava c’era la moglie…(purché non si sappia, diceva)simile al caso, raccontato da Scott Turow, del giudice Usa… che riceveva le mazzette tramite la sorella? A Feltri non si possono negare i “diritti d’autore”: quand’ era a Il Giornale nel 97 puntò su “affittopoli” per menare a D’Alema(che si sottrasse dall’essere masssacrato, autosfrattandosi) e non solo; ma, chissà perchè 3 anni fa ritorna(va) a cavalcare l’onda dopo la lunga pausa: Diritto-dovere di cronaca…di senso della giustizia al servizio del bene comune nel fornire la lista dei politici favoriti(senza alcuni…Fini… e Scajola?). Qualche nome: Veltroni ha pagato una “reggia”(190 mq + le pertinenze)esattamente quanto i 50 mq(2 stanze, si fa per dire, e “servizi”)di una mia parente acquisita, sì ai Parioli ma da ristrutturare! Mastella compra 5 appartamenti con lo sconto del “prendi 2 e paghi 1?
Onesto in Italia
18.02|17:47Lettore_735199Uguale a: fesso. E che la magistratura se ne guardi bene dal pestare i piedi a tali personaggi. Pena la censura per chi non vuole avere le mani luride e sozze.
SE NON ORA QUANDO ????
18.02|17:34babele2i giornalisti del corrierone della sera si sono dimenticati (GULP) che la signora Cinzia Sasso non è una diseredata qualsiasi bensì una buona firma della Repubblica!!!! Accipicchia che figura, fino a ieri a scrivere del popolo viola e della manifestazione delle donne, ma forse è ora che lasci l’appartamento, SE NON ORA QUANDO????

In relazione alla presenza di Cinzia Sasso nelle liste degli affittuari del Pat, sul Corriere della Sera è possibile leggere la risposta della giornalista al seguente indirizzo: http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_febbraio_18/cinzia-sasso-compagna-pisapia-affitto-trivulzio-lettera-19042079246.shtml?fr=correlatiLa Redazione
Tutti i commenti
CORRIERE mobile Le notizie di Corriere.it anche sul cellulare o sul palmare
mobile.corriere.it
Le notizie più importanti del giorno in anteprima via sms
Corriere Mobile
Edicola Archivio Mobile Ipad Dizionari Libri Rss Facebook Devolvi il 5 per Mille all’AIL

Sostieni la lotta contro le leucemie,
i linfomi e il mieloma
PubblicitàPIÙletti
1Il muro della discordia ha protetto Fudai2Il discorso della principessa L’uomo che ha allenato Kate3Cinquemila dollari e un diario per morire4Berlusconi: «Sono in silenzio elettorale»5Pedofilia, la rete di don Riccardo Nell’inchiesta tre nuovi indagati6Strauss-Kahn arrestato a New York Deve rispondere di aggressione sessuale7Da Tristane a Carmen Cronaca di un’ossessione8Cade dal balcone e muore: la fine del maratoneta che trionfò a Pechino9«Melania morta dopo una lotta breve»10Le anomalie della par condicio1«Melania mi disse: lascia mio marito» Il caporale: domani le dirò che è finita2«Sono morto e questo è l’ultimo post»3Festival di Cannes, le immagini4Le due sorelle rimaste da sole che da otto mesi vivono nell’auto5La rivale di Melania: per lui ero un flirt6Ciclista belga cade al Giro e muore7Terremoto in Spagna, danni e vittime a Lorca8Leonardo: «Gattuso dica la verità e il Milan prenda posizione»9Cinquemila dollari e un diario per morire10Terremoto a Roma, cresce la psicosi Ma Comune e sismologi: stop allarmismi1Le nozze di William e Kate: le foto2Ucciso Bin Laden. I test: «È lui al 100%»3Obama: niente foto di Bin Laden morto Ma circolano quelle di altre vittime4Malore per Sposini prima della diretta5I media incoronano Pippa «Sua Bellezza Reale»6Il cadavere di Osama: la foto beffa7Due colpi, caccia chiusa Osama e i sospetti liquidati in 40 minuti8Morto in Sudafrica Pietro Ferrero, ad del gruppo della Nutella9La Craxi: «Berlusconi ti voglio bene, ma devi fare un passo indietro»10William e Kate pronunciano il sì reale Due miliardi di persone per le loro nozzegiorno settimana cinema
IN PRIMO piano
Amministrative, tutti i numeri
Al voto in 13 milioni, 4 le sfide chiave
CRONACHE

CRONACHE

Napolitano: «I palestinesi avranno l’ambasciata in Italia»
POLITICA

I legali: «Strauss-Khan ha lasciato l’albergo un’ora prima dei fatti»
ESTERI

La Ue :«Nessun impatto sui piani
per Grecia e Portogallo»
ECONOMIA

NOI DUE & PARSHIP
Addio vita da single
Trova single attraenti e sinceri grazie al test di affinità

CORRIERE CUCINA
Tutto per la tavola
Ricette, vini, scuola di cucina e idee per decorare

PAGINE GIALLE.IT
Voglia di pizza?
La qualità la trovi vicino casa tua

LEIWEB.IT
Smorfie divine
Anche le star sono brutte. Chi è il peggiore?
RCS Digital | Gazzetta | Corriere Mobile | El Mundo | Marca | Dada | RCS Mediagroup | Fondazione Corriere | Fondazione Cutuli Mappa del sito | Servizi | Scrivi Copyright 2011 © RCS Quotidiani Spa. Tutti i diritti sono riservati | P. IVA 00748930153 | RCS Digital Spa | Per la pubblicità RCS Pubblicità SpA
RCS QUOTIDIANI S.p.A. Sede legale: Via Rizzoli, 8 20132 Milano (MI) | Codice Fiscale e Partiva IVA 00748930153 | R.E.A. Milano 80897
Capitale sociale € 40.000.000 i.v. | Società a Socio Unico | Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di RCS MediaGroup S.p.A.

Hamburg Declaration

Nell’anniversario di Tangentopoli il Pio Albergo Trivulzio torna a scuotere Milano. Vicenza, prendiamo la Città di Venezia con le case dell’ex Opera Pia GB Giustinian, della varie opere del Clero, dell’ULS. Fonte di riferimento:vitaliquida.wordpress.com/…/il-paese-dei-privilegi-le-case-prestigiose-del-pio -albergo-trivulzio-di-milano-affittate-a-prezzi-low-cost/ –

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: