e mail inviate ,su opposizione di ricorso gerarchico

« emergenza abitativablog roll »e mail inviate ,su opposizione di ricorso gerarchico
Di enzuccio62
« bozza erp messaggio visualizzato »ricorso avverso 24 volte
Di enzuccio62.wordpress.com

————————————-
Da: vincenzo.a@alice.it
Inviato: gio 24/01/2008 16.54
A: giuletta.gagliardi@comune.torino.it
Oggetto: richiesta app. per visura atti per ev. valutazioni

si prega di aver un appuntamento.a tutt’oggi non si ha avuto notizie. ( ieri 24/01/08 l’imp. brezzo personalmente ha rif. che doveva rich. al dirigente) lo richiederò personalmente lunedì p v.
anhe queste e-mail in copia notif.a mezzo prot. gen. andranno agli atti della magistratura si evidenzia quanto esaperante ogni richiesta,anche per una banale rich. di appuntamento. ossequi a
To,25/01/08

Spett.le funzionario div. erp Annalisa Russo
Spett.le funzionario Uff. Rapp. con la cittadinanza -Livia Capobianco

Al Procuratore della Repubblica
Allegato Esposto/Denuncia contro il funzionario Russo annalisa
div. erp Comune di torino – contro il funzionario Uff. Rapp. con la cittadinanza Livia Capobianco

Da: Anna Lisa Russo [mailto:annalisa.russo@comune.torino.it]
Inviato: mar 18/12/2007 8.51
A: vincenzo.a@alice.it
Oggetto: Letto: quanto emerso verbalmente stamane 17/12/07 vs ufficio

Conferma del messaggio inviato a
; ; alle 17/12/2007 17.00
Il messaggio è stato visualizzato nel computer del destinatario alle 18/12/2007 8.51
——————————————————————-
Da: vincenzo.a@alice.it
Inviato: lun 17/12/2007 17.00
A: urp@comune.torino.it; annalisa.russo@comune.torino.it; sergio.chiamparino@comune.torino.it
Cc: avvcampagna.nicolag@virgilio.it
Oggetto: quanto emerso verbalmente stamane 17/12/07 vs ufficio

Da: URP [mailto:urp@comune.torino.it]

Inviato: gio 13/12/2007 15.56
A: vincenzo.a@alice.it
Oggetto: integrazione dati su comunicazione
Sig.A
per poter inoltrare il suo reclamo, abbiamo bisogno della data del protocollo a cui fa riferimento nella comunicazione che ci ha lasciato questa mattina, altrimenti c’è il rischio che il settore ci chieda le precisazioni allungando ulteriormente la risposta .
Se vuole può mandarci la data mancante anche via mail
Urp – Palazzo civico

A riscontro di quanto emerso stamane 17/12/07
la visura documenti è stata richiesta personalmente il 23/11/07 al funzionario erp russo annalisa erano trascorsi i termini consentiti ,si può agire per le vie legali.può a sua discrezione evadere la richiesta.
Trascrivo quanto emerso verbalmente stamane 17/12/07 vs ufficio:
il 23/11/07 il funzionario erp, su mia richiesta personalmente, alla visura atti mi dirottava dal dirigente di settore.oggi 17/12/07 riferito a mezzo telefono dal funzionario Russo Annalisa,se non ha il sottoscritto intenzione di stipulare il contratto proposto si tiene in considerazione per una eventuale assegnazione,le ho risposto in merito che proceda a sua discrezione in quanto l’alloggio versa in uno stato pessimo di conservazione dei luoghi ed arrecherebbe un malessere psicofisico al sottoscritto,ho evidenziato che se versasse in uno stato dei luoghi analogo all’ufficio dove presta servizio il funzionario Erp lo avrei accettato in quanto gioverebbe benessere all’inquilino.ho rifiutato la vs. proposta ho dato verbalmente la diponibiltà dell’alloggio come riferito due mesi fà, confermato oggi per iscritto,anticipato via e-mail.
inoltre ho riferito fino a valutazione (revisione del provvedimento )come da ricorso presentato, e fino a valutazioni dello stesso dietro vs. risposta onde verificare se risulta leggittimo/illeggittimo il sottoscritto non prende decisioni in merito, motivo per cui si è chiesto visura degli atti a tale riguardo ho riferito di ricorrere al giudice amm.vo.ho riferito di verificare la graduatoria ,è stato risposto che tali alloggi vengono assegnati senza inserimento di graduatorie.
ho riferito che sono oltre due anni e mezzo che mi reco presso i vs. uff.,e presso gli uff.Erp senza aver avuto di volta in volta riscontri per iscritto a riguardo le mie richieste.ho riferito l’eccessiva lungaggine burocratica,
e che sia prima dello sfratto , che dopo,mi ero rivolto anche all’uff. rapporti con la cittadinanza dalla impiegata sig. Sgobbo Rosa ed in modo analogo come accorso c/o vs uff. di aver sostenuto numerosi (ricevimenti).considerato che da codesto uff. erano a conoscenza della mia situazione al tempo evidenziata, mi rispondono con una sola lettera di aver aver interpellato l’assessorato di competenza, a tutt’oggi inevasa risposta.oggi dopo 32 mesi visto quanto accorso che ha degenerato la mia persona ,mi costituisco persona lesa ,ho accennato che al silenzio /assenso denuncio il funzionari responsabili come in intestazione al Procuratore della Repubblica volto a tutelare gli interessi leggimi dell’interessato,in secondo stante allegherò copia degli atti se richiesti, .ossequi
To,lì 17/12/07 A Vincenzo
_________________________________________________________________________________
Da:Inviato: vincenzo.a@alice.it
A:annalisa.russo@comune.torino.it
A:Conferma del messaggio inviato a
alle 06/12/2007 15.13
Il messaggio è stato visualizzato nel computer del destinatario alle 06/12/2007 16.32
______________________________________________________________________________
All’ Assessorato Div. Erp
Al Dirigente Div. Erp
Comune di Torino
-Sede-

Oggetto: ricorso/avverso al dirigente div.erp ,al silenzio/assenso- al
silenzio/rigetto della P.a.,cfr artt.25,comma 1 Dpr 3/57 art.2, l. 205/2000.

Il sottoscritto A Vincenzo nato il xxxxx in prov(VV)
indirizzo virtuale ad acta.
Con la presente intenta ricorso/contro il dirigente della. p.a in intestazione al silenzio assenso- silenzio/rigetto per i seguenti motivi:premesso quanto emerso verbalmente sv. dirig.div. erp,il sottoscritto
espone:
– omessa risposta e/o comunicazione all’interessato esito rev. provv.in autotutela L.80/2005
cfr. l. n. 80/2005 cfr diritto amm.vo in regime di autotutela,
cfr art.2,comm. 3 , l.241/90,cfr l.11/02/2005 n.15 ;cfr. art. 7 l. 241/90;
cfr. art.4 l. 241/90 e art. 10bis l.241//90;
riscontra eccessivi “tempi ragionevoli” volto a rev. provv. in regime di
autotutela cfr.art.21nonies l. 241/90;
alla luce dell’art.7 l. 241/90, dietro visura atti, se emerge un dubbio di
illeggittimità il sottoscritto si riserva di adire come da legislazione cfr.ex art.90 R.D.642/1907, art 37 l.1034/71.
inoltre il sottoscritto lamenta l’incostituzionaltà all’art.24 della cost. all’art 97 all’art. 117 all’art.2 della costituzione della Repubblica Italiana.
Inoltre aggiunge: a riscontro vs e- mail del 22/11/07
come da cfr. l. 431/98 che si allinea alla legge finanziaria 2004 cfr. dl.
n.240/04 cfr. circ. Ministero ll.pp e infrast..n.452/05
– ( dove pone riserva del 10% di alloggi patrim. EE.LL. per soggetti aventi
diritto volto a ridurre il disagio abitativo in emergenza sfratti), visto quanto rif. sua mia richiesta al tempo, dalla imp.Scirè resp.uff. emerg. abitat.in via straordinaria, rif. che il sottoscritto non era stato collocato in nessuna graduatoria utile c/o vs. assessorato volta all’emergenza disagio abitativo.
ossequi.

To,lì 07/12/2007 vincenzo a

________________________________________________________________________________

Conferma del Oggetto: ricorso/avverso al dirigente div.erp ,al silenzi/assenso- al silenzio/rigetto della P.a.,

cfr artt.2 l.241/90 ,art .25,comma 1 Dpr 3/57 art.2,l. 205/2000.

Il sottoscritto A Vincenzo nato il xxx in prov. (VV)
indirizzo virtuale ad acta.
Con la presente intenta ricorso/contro il dirigente p.a in intestazione al silenzio assenso –
silenzio/rigetto per iseguenti motivi:
premesso quanto emerso verbalmente sv dirig.div. erp,il sottoscritto espone:
– omessa risposta e/o comunicazione all’interessato esito rev. provv.
cfr. l. n. 80/2005 cfr diritto amm.vo.in regime di autotutela
cfr art.2,comm. 3 l.241/90,cfr l. 11/02/2005 n.15 ;cfr. art. 7 l. 241/90;
cfr. art.4 l. 241/90 e art. 10bis l.241//90;
eccessivi “tempi ragionevoli” in regine di rev.provv. in regime di autotutela cfr.art.21nonies l. 241/90;
alla luce dell’art.7l. 241/90 dietro visura atti,se emerge un dubbio di illeggittimità il sottoscritto si riserva
di adire come da legislazione cfr.ex art.90 R.d.642/1907,art 37 l. 1034/71.
il sottoscritto lamenta l’incostituzionaltà all’art.24 della cost.,art 97 cost.
all’ 117 cost.art. 2 della costituzione della Repubblica Italiana.
Inoltre aggiunge: a riscontro vs e- mail del 22/11/07
come da cfr. l. 431/98 che si affianca alla legge finanziaria 2004 cfr. dl. n.240/04 (cfr.a fronte del disagio abitativo circ. Ministero ll.pp.n.452/05 – dove pone riserva del 10% di alloggi patrim. EE.LL. per soggetti aventi diritto) visto quanto rif. sua mia richiesta al tempo ,dalla imp.Scirè resp. uff. emerg. abitat.in via straordinaria ,rif. che il sottoscritto non era collocato in nessuna graduatoria utile c/o vs. assessorato volta all’emergenza disagio abitativo.
messaggio inviato a
alle 06/12/2007 15.13
________________________________________________________________________________

Vista la vs e-mail del 22/11/07 di aspettare il risv. del mio ricorso sollevato a suo tempo, a riscontro, visto quanto emerso stamani 04/12/07 vs uff. urp che rif. quanto ribadito nel vs uff. il 23/11/07.
Riferivo che alla luce della vs lettera del 07/8/07, il sottoscritto non ha chiesto un monolocale erp in alternativa, alle sue doglianze a suo tempo sollevate, bensì attendeva una vs risposta a tutela dei propri diritti a parer suo lesi.
Dopo aver ribadito più volte anche dopo lo sfratto la motivazione di quanto lamentassi a suo tempo, d’ufficio viene revisionato il provv. rif. in autotutela. Vista la ipotetica data d’inizio ed analoga di chiusura rev provv. non avendo comunicato all’interessato la motivazione volta a conclusione rev. del provv. si solleverà da canto mio ulter. ricorso straordinario al fine che venga valutato se vi è stata l’incostituzionalità a lesione dei propri diritti.
Inoltre: il sottoscritto chiede alla sv un riassunto riepilogativo di quanto risulta agli atti dei risvolti avvenuti dalle indagini svolte sull’interessato, e la valutazione del dirigente che ha concluso il proc. della rev. del provved. alquanto il sottoscritto lamenta a parer suo un tempo eccessivo volto a riguardo di quanto esposto.
Richiedendo alla sv. tale riassunto riepilogativo si visioneranno gli atti in secondo luogo.
Tengo a precisare nel ricorso che solleverò dett. nei minimi dettagli quanto emerso nel corso degli anni
nei numerosi appuntamenti intercorsi vs uff. ass. erp.
ossequi.

To lì,04/12/07 Vincenzo A

_________________________________________________________________________________________—

Da: vincenzo.a@alice.it
Inviato: mar 04/12/2007 11.28
A: Oggetto: erp

vista la vs e-mail del 22/11/07 di aspettare il risv. del mio ricorso sollevato a suo tempo, a riscontro,visto quanto emerso stamane 04/12/07 vs uff.urp che rif.quannto ribadito nel vs uff. il 23/11/07.
riferivo:alla luce della vs lettera del 07/8/07 ,il sottoscritto non ha chiesto un monolocale erp in alternativa
alle sue doglianze a suo tempo sollevate ,bensì attendeva una vs risposta a tutela dei propri diritti a parer suo lesi.
dopo aver ribadito più volte anche dopo lo sfratto la motivazione di quanto lamentassi a suo tempo,d’ufficio
viene revisionato il provvedimento. rif. in autotutela.vista la ipotetica data d’inizio ed analoga di chiusura rev provv. non avendo comunicato all’interressato la motivazione volta a conclusione rev. del provv.si solleverà da canto mio
ulter. ricorso straordinario al fine che venga valutato se vi è stata l’incostituzionalità a lesione dei propri diritti. inoltre:
il sottoscritto chiede alla sv un riassunto riepilogativo di quanto risulta agli atti dei risvolti avvenuti dalle indagini svolte sull’interessato, e la valutazione del dirigente che ha concluso il proc.della rev. del provved.alquanto il sottoscritto lamenta a parer suo un tempo eccessivo volto a riguardo di quanto esposto.
richiedendo alla sv. tale riassunto riepilogativo si visureranno gli atti in secondo luogo.
tengo a precisare nel ricorso che solleverò dett.nei minimi dettagli quanto emerso nel corso degli anni
nei numerosi appuntamenti intercorsi vs uff. ass. erp.
ossequi.
To lì,04/12/07 vincenzo a

luglio 30, 2008 alle 8:53 am | Replica modifica – BOZZA DI RICORSO GERARCHICO

Al Sindaco Sergio Chiamparino
All’uff. URC Città di Torino
All’ Assessorato Div. Erp
Al Dirigente Div. Erp
Comune di Torino
-Sede-

Oggetto: Ricorso gerarchico al Sindaco- ricorso/avverso al dirigente divisione Erp ,al silenzio/assenso- al silenzio/rigetto della P.A.,cfr artt.25,comma 1 Dpr 3/57 art.2, l. 205/2000.
Il sottoscritto A Vincenzo nato il x x x in (VV)
indirizzo virtuale vincenzo.a@alice.it
Con la presente intenta ricorso/contro il dirigente della div..ERP come in intestazione al silenzio assenso- silenzio/rigetto per i seguenti motivi:premesso quanto emerso verbalmente sv. dirig.div. erp,il sottoscritto
espone:
– omessa risposta e/o comunicazione all’interessato( in contrasto con l’ art 7,8 l. 241/90)dell’esito revisione del provvedimento in regime di autotutela cfr. l. n. 80/2005 art.1 l.241/90 cfr diritto amm.vo in regime di revisione autotutela del provvedimento
cfr art.2,comm. 3 , l.241/90,cfr l.11/02/2005 n.15 ;cfr. art. 7 l. 241/90;
cfr. art.4 l. 241/90 e art. 10bis l.241//90;
riscontra eccessivi “tempi ragionevoli” volto alla revisione del provvedimento in regime di
autotutela cfr.art.21nonies l. 241/90;
alla luce dell’art.7,8 l. 241/90, dietro visura atti, se emerge un dubbio di
illeggittimità il sottoscritto si riserva di adire come da legislazione cfr.ex art.90 R.D.642/1907, art 37 l.1034/71.
inoltre il sottoscritto lamenta l’incostituzionalità agli’articoli 2,3,24,87,97,111 visto l’art. 117 della Costituzione in materia di deroga alla legge quadro della Repubblica Italiana.
Inoltre aggiunge: a riscontro vs e- mail del 22/11/07 spedita dal funzionario Erps se non accetta questo alloggio (aspetti l’esito del suo ricorso al Capo dello Stato)
inoltre si evince come da cfr. l. 431/98 locazioni patrimoniali dei Comuni con assegnazione in deroga vista la legge finanziaria 2004 cfr. dl.n. 240/04 e cfr. circ. Ministero ll.pp e infrastrutture..n.452/05
– ( dove pone riserva del 10% di alloggi patrimoniali EE.LL. per soggetti aventi
diritto volto a ridurre il disagio abitativo in emergenza sfratti), visto quanto veniva riferito sua mia richiesta al tempo (settembre 06), dalla impiegata Scirè responsabile uff. emergenza abitativa in via straordinaria, rif. che il sottoscritto non era stato collocato in nessuna graduatoria utile c/o vs. assessorato volta all’emergenza disagio abitativo. inoltre aggiunge dichiarazione: quanto emerso il 29-05-08 all’appuntamento concordato,l’Assessore dichiarava Lei non ha diritto ad una casa popolare,può dietro relazione dei servizi sociali essere inserito in un contesto di emergenza abitativa,propone un alloggio patrimoniale visto l’avvenuto disagio abitativo persistente negli anni,accenna visto il suo avvenuto disagio psicologico, non accenna previsioni temporali accenno che analoga proposta fu fatta in agosto 2007e l’alloggio proposto non ere da me gradito. oggi emerge dalla visura atti dell’ 01-07-08 l’illegittimità dell’atto di sgombero si evince che lo stesso atto è viziato per vizi procedurali analogo ricorso spedito via e- mail il 07/12/2007,inevasa risposta.si anticipa via e- all’URC si protocollerà in seguito. Ossequi
to,30-07-08 in fede Vincenzo A

Da :vincenzo.a@alice.it lun 18/09/2007 18.03 – Da – TESTO VIA E MAIL OMESSA RISPOSTA

A: annalisa.russo@comune.torino.it -urp@comune.torino.it
A :webmater@atc.torino.it _-ca GIM srl soc.affiliata

Oggetto: quanto intercorso uff 125 e comune di torino ,oggi in data 04/10/07 (si formulava verbalmente il diniego).oggi in data 04/10/07 come in oggetto, il sottoscritto ,visto che da oltre due anni e mezzo che non ha avuto delucidazioni esaurienti quanto sollevato più vole vs uff.esprimeva la volontà di chiudere questa pratica ,può procedere eventualmente d’ufficio fino a decisione avvenuta da magistrato dove intende rivolgersi al fine di tutelare gli interessi leggittimi.inoltre ho lamentato la mancata applicazione della norma 241/90 in particolare la persistenza nel corso degli anni da parte dei vs uffici ,(Atc compresa) dell’inottemperanza di detta norma per inevase risposte.
Da: vincenzo.a@alice.itInviato: mar 18/09/2007 11.23A: annalisa.russo@comune.torino.itCc: Oggetto: I: (sollecito risposta alla mia richiesta-convocazione stipula contratto)Conferma del messaggio inviato a alle 01/10/2007 14.30Il messaggio è stato visualizzato nel computer del destinatario alle 01/10/2007 14.46 Da: vincenzo.a@alice.itInviato: mar 18/09/2007 11.23A: annalisa.russo@comune.torino.itCc: vincenzo.a@alice.itOggetto: I: (sollecito risposta alla mia richiesta-convocazione stipula contratto)
Da: vincenzo.a@alice.itInviato: lun 18/09/2007 18.03Da: vincenzo.a@alice.itInviato: lun 01/10/2007 13.50A: vincenzo.a@alice.itCc: gagliardi.giulietta@comune.torino.iturp@comune.torino.itOggetto: c.a urp. Comune Oggetto: (sollecito risposta alla mia richiesta – convocazione stipula contratto) A seguito dell’aver contattato l’ uff. ERP, mi veniva da Voi comunicato, in data 0 4/7/07, che lo stesso assicurava quanto segue: (si considera a titolo provvisorio un contratto privato inerente la mia situazione abitativa). Successivamente, in data 10/0707 rassicurava l’interessato e riferiva che attendeva risposta dall’uff. Patrimonio della città. Il 19/07/07, venivo convocato presso i vostri uffici dal Dirigente ERP che mi confermava ulteriormente l’assegnazione a titolo provvisorio per l’accettazione dell’alloggio vista la disponibilità(alloggi patrimonio della città). Riferisce in tale data che al più presto in tempi formali venivo convocato per la stipula del contratto. A tutt’oggi (03/8/2007), però non sono stato convocato come d’intesa per stipulare il contratto da Voi proposto. Considerato che il funzionario dell’uff. ERP e’ in ferie – come mi è stato riferito – chiedo che mi si comunichi a chi devo rivolgermi. Comunico, altresì, che il 03/08/07 ho interpellato ulteriormente via e-mail il Vs. ufficio, senza ottenere risposta. In data 07/08/07 ho sollecitato personalmente tale richiesta e venivo rassicurato, a mezzo fax, che l’ufficio ERP aveva trasmesso alla società GIM srl (ex iacp) la mia pratica. Il 06/09/07 ho chiesto nuovamente notizie in merito alla mia richiesta, in quanto non sono stato convocato per la stipula del contratto. In medesima data ho interpellato il funzionario ERP che mi assicurava che era in attesa di una risposta per il martedì successivo e che mi avrebbe riferito in merito. In tale martedì ‘ossia in data 18/09/07 come da accordi per le vie brevi ,personalmente mi viene riferito dal vs funzionario erp ,che contattato gli uff. della soc. GIM SRL dava una risposta al più presto. A questo punto do le mie deduzioni visto il tempo intercorso ossia oltre metà mese (quanto era stato già accennato in data 06/09/07 c/o uff. avv. Campagna .che riferiva a seguito vs. telefonata , che i tempi per la stipula contratto potevano protrarsi non oltre il 03/10/07), il sottoscritto il 06/09/07 aveva interpellato la soc. Gim srl. ed stesso giorno il vs ufficio,si rassicurava l’interessato in risvolto in tempi contenuti dopo aver contattato tale società, a questo punto deduco una ipotetica data inizio ottobre p.v.e,riferisco al funzionario che ciò sia possibile, o tanto meno non si da’ una risposta congrua visto i numerosi solleciti .A riguardo si sollecita e attende cortese risposta anche via e-mail come d’intesa in quanto sono privo di un recapito abitativo, mi permetto, altresì, di sottolineare l’urgenza data la mia precaria situazione abitativa. visto quanto intercorso vs uff. urp, in data 28 -09 -07, il sottoscritto si riserva di aggiungere quanto riferito stessa data ,dove chiedevo ulteriormente delucidazioni in merito alla definizione della mia ed ennesima richiesta riguardante la mia problematica come risulta abbastanza nota vs uffici. La risposta vs ,dopo aver interpellato il dirigente responsabile del procedimento,non e’ stata delucidante .quindi come accennato vs stessa data che tale risposta e’ evasiva tale da scaturire una collera da parte mia e con toni accesi ho espresso la chiusura della pratica ripetuto più volte. Da parte mia non si autorizza a trattare i miei dati a far fede dal 28 -09 -07, in quanto il sottoscritto e’ giunto all’esasperazione, può a vs discrezione sollevare risposta. Il sottoscritto A Vincenzo dati anagrafici 17/05/62 res. sfd. con la presente non autorizza al trattamento dei dati .il responsabile del procedimento/o uff .ERPS ass. bandi e decadenze Comune di Torino, e diffida anche la GIM srl EX Iacp -Torino -al trattamento dei dati sensibili in virtù della medesima normativa e fino ad avvenute valutazioni del magistrato visto i tempi trascorsi ed il palese eccesso di burocrazia. Distinti saluti.

letto ,firmato e sottoscritto. Distinti saluti. si riserva di dar atto copia e – mail firmata in originale a mezzo uff. protocollo.

Torino, 04/10/2007 f.to Vincenzo A
A Vincenzo f.to in originale


si allega testo di memore al fine di rendere edotto ci si trova nelle mie condizioni , si illustare come si pronunciano l’agenzia casa e l’assessorato alla casa.
Testo e mail inviata da vincenzo a;a: proto@comune.torino.it; ileana.macagno@comune.torino.it; annalisa.russo@comune.torino.it; procura.torino@giustizia.it; urp@procura.torino.it (Nessun oggetto)‏ 03/02/2011
(sconosciuto) stralcio -proto@comune.torino.it-luigina.ebrase@comune.torino.it;ileana.macagno@comune.torino.it;annalisa.russo@comune.torino.it‏ 02/02/2011

ossequi Vincenzo A

Tag: , ,

Una Risposta to “e mail inviate ,su opposizione di ricorso gerarchico”

  1. enzuccio62 Says:

    ni

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: