Assegnazione d’urgenza dell’Aterp catanzarese

Due famiglie di zingari si rifiutano di traslocare negli alloggi dell’Aterp

Sono stati assegnati due alloggi popolari con procedura d’urgenza ad altrettante famiglie rom di Scordovillo, che però non vogliono traslocare. È stato Palazzo Maddamme a confermare questa circostanza.
«La comunità rom insediata a Scordovillo è totalmente composta da cittadini italiani residenti nel Comune da diverse generazioni». Lo ribadisce Palazzo Maddamme per spiegare i motivi dell’assegnazione di alloggi popolari agli zingari.
Scrive l’amministrazione: «Per questi motivi, che si accompagnano alle condizioni economiche-sociali dei singoli nuclei familiari (numero di componenti e reddito), molti di loro risultano ai primi posti delle graduatorie relative ai bandi di assegnazione delle case popolari realizzate dall’Aterp nel territorio lametino. Attenendosi a queste procedure trasparenti e pubbliche», spiega il Comune in una nota, «si è proceduto e si sta procedendo all’assegnazione, accelerando il più possibile i tempi, delle case popolari messe a disposizione dell’Aterp al Comune tra quelle completate». Su questo aspetto il sindaco Gianni Speranza ha avuto contatti col responsabile dell’Aterp catanzarese Gianfranco Colosimo.
«In questi giorni gli uffici del dipartimento comunali ai servizi sociali hanno iniziato ad assegnare due case ad alcune delle famiglie rom interessate dal provvedimento di sequestro e sgombero emesso dalla procura, ma c’è stato il rifiuto da parte loro a trasferirsi».
Da qui l’atteggiamento di cautela del Comune: «È bene precisare, per evitare che si alimentino aspettative sbagliate e si diffondano notizie totalmente infondate, che il rifiuto delle collocazioni proposte solleva l’amministrazione comunale da qualunque responsabilità in relazione alla loro successiva sistemazione nell’occasione in cui si determinerà lo sgombero effettivo del campo rom, e quindi si troveranno a dover lasciare forzatamente le loro attuali abitazioni».
Significa che quando la procura ordinerà lo sgombero mobilitando le forze dell’ordine, le famiglie che avevano diritto alle case popolari rifiutate non avranno più un tetto nemmeno tra le baracche di Scordovillo.
Sulla questione rom interviene anche la Destra prendendo spunto da un servizio trasmesso di recente da “Striscia la notizia” su Canale 5 intitolato “Lo spreco a Lamezia è di casa”. «Questa volta ad andarci di mezzo è la classe politica lametina», commentano il segretario cittadino Domenico Furgiuele ed il dirigente Francesco Materazzo, «umiliata pubblicamente da un video particolarmente inappellabile, che cozza nettamente con la realtà descritta in altre occasioni da trasmissioni più “diplomaticamente corrette” (vedi Tg2 Dossier) nei confronti dei nostri attuali amministratori. Due incompiute come le palazzine popolari di Savutano e lo stadio “Carlei” sono, ironozza la Destra, «esempi tangibili di “buon governo” e della “dedizione” dei nostri politici nei confronti della loro città.
Per Furgiuele e Materazzo «c’è il tentativo sgangherato di prendere tempo su una vicenda per la quale si sono sprecati anni e tanti denari pubblici, il tentativo disperato di coinvolgere un governo nazionale che non c’entra nulla, considerando che di cittadini lametini si parla», E riferendosi alla scorsa seduta del consiglio comunale sui rom gli esponenti di destra concludono: «Abbiamo assistito alla sfilata inconcludente dei soliti onorevoli, delle solite autorità e a quella dei “poveri” rom, che con il loro corredo di buone intenzioni e di severi rimproveri nei riguardi degli altri cittadini, quelli che pagano le tasse, hanno dichiarato che “continueranno a rubare per colpa degli altri”».

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: