commenti

La casa è diventata un problema per fasce sempre più ampie di popolazione. Il motore dell’edilizia popolare intanto gira al minimo: se nel 1980 vennero concesse 35mila autorizzazioni per costruire alloggi popolari, nel 2004 il dato si è fermato, in tutto il Paese, ad appena 1.300. vincenzo segue: Un 65enne, dopo una lunga trattativa, ha desistito dal compiere il folle gesto Disoccupato e senza casa minaccia di darsi fuoco davanti al Comune Photogallery TORINO 11/06/2008 – Si è incatenato davanti al Comune e ha minacciato di darsi fuoco. Sul posto sono accorsi i medici del 118 con quattro ambulanze, i vigili del fuoco, la polizia e i vigili e, dopo una trattativa durata qualche ora, Vincenzo Volpicelli, 65 anni, ha desistito dal compiere il folle gesto. E’ arrivato davanti al Municipio alle 6 e30 di questa mattina,e, dopo essersi arrampicato sulla statuta dl Conte Verde (a circa due metri di altezza), si è incatenato.In mano aveva una bottiglia di alcol e un accendino, e ha minacciato di darsi fuoco, qualora non gli fosse concesso di parlare con il sindaco Sergio Chiamparino. Lamenta di essere disoccupato e di essere stato sfrattato, come altri di cui avevacon sè una lista, dalle case popolari. Attorno alle 9, una volta che gli è stato assicurato che avrebbe potuto incontrare il primo cittadino, ha accettato di scendere dal monumento. vincenzo segue Posted in Blogroll, [Cronaca] cronaca nazionale, [Politica] diritti del cittadino, [Politica] enti e istituzioni | No Comments » oggi 17/09/2008 è mancata Concetta Mercoledì, Settembre 17th, 2008 Da quanto appreso oggi dai quotidiani locali a distanza di due settimane è mancata in ospedale (causa ustioni gravi al 50% ) Concetta R.. due settimane fa la signora avrebbe chiesto aiuto ai servizi sociali del Comune di Torino a causa di un sopraggiunto avviso di sfratto per morosità da esperirsi per metà settembre c.a.In qualche modo la signora C. riteneva di non aver avuto informazioni rassicuranti da codesti Servizi tale da indurla in momenti così tragici,a darsi fuoco.dall’Assessorato edilizia residenziale la risposta:a parer mio sempre analoga,sempre quasi la stessa ( affidamento ai servizi sociali, sistemazione temporanea, per un numero di mesi pari a 14, in comunità alloggio,servizi alternativi al dormitorio pubblico previo verifica di problematiche psichiatriche del soggetto). rivolto alla famiglia: un saluto a Concetta . vincenzo Tags: case popolari Posted in Blogroll, [Associazioni] volontariato, [Cronaca] cronaca locale, [Cronaca] cronaca nazionale, [Politica] diritti del cittadino, [Politica] enti e istituzioni | No Comments » assessore case convenzionate Venerdì, Settembre 12th, 2008 vincenzo Dice: Il tuo commento è in coda di moderazione. Settembre 12, 2008 at 4:06 pm vincenzo Dice: 16 09pmFri, 12 Sep 2008 14:55:53 +0000255o, 2008 alle 20.24 Oggi il funzionario di locare (agenzia di intermediazione alloggi convenzionata del comune di torino) alle mie richieste ho chiesto di aver notizie sulla mia posizione di soluzione abitativa riferisce: lei ha rifiutato la proposta fatta, chiedo se vi è possibilità di una ulteriore speranza risponde:l’assegnazione di un alloggio patrimoniale fatta un anno fà era gestita da altri uffici , oggi lei non può iscriversi all’agenzia locare ( come da me richiesto, perchè non ha un reddito lo stesso controlla in mia presenza lo status/economico a mezzo terminale conferma che l’anno scorso invece era valutato dal dirigente c.ea (commissione emergenza abitativa,premetto che codesto funzionario è facente parte della commissione casa,conosce benissimo tutta la mia situazione) riferisce: le avevano assegnato un alloggio in via provvisoria a canone sociale, (lo rifiutai perchè si trattava di una monocamera,e non di un alloggio tra l’altro versava in condizioni pietose).chiedo informazioni del perché non hanno riproposto un’altra soluzione analoga magari proponendo un alloggio che versasse in condizioni ottimali, mi risponde non dipende da locare ma da altri uffici,a me chiedono solo la disponibilità degli alloggi quando l’uff.patrimonio mi invia le liste degli alloggi di risulta, insisto nel chiedere perché l’anno precedente vi era la possibilità i di essere inserito nelle loro liste di disponibilità, senza che il sottoscritto fosse iscritto riferisce: prima il soggetto accetta l’alloggio poi in secondo stante la commissione casa,visto la sua situazione , lo avrebbe invitato a firmare l’iscrizione all’agenzia. Accenno dopo tre anni che sono stato sfrattato già da una casa popolare, ribadisco (avevo chiesto al giudice di convocare l’ex iacp, all’udienza si era dichiarato che l’alloggio era insalubre si era chiesta una conciliazione volta alla revisione dell’affitto, o al contrario il sottoscritto chiedeva la risoluzione del contratto,durante codesta conciliazione l’iacp sollecita lo sgombero per morosità,il comune non verifica le mie doglianze e esegue lo sgombero,il resto si solleverà su denuncia c/o la Procura della Repubblica) oggi l’unica soluzione proposta: invitano il sottoscritto di servirsi dei servizi sociali al fine di instaurare una pratica ad estinzione del debito pregresso,ho riferito visti gli anni intercorsi ed i numerosi sopralluoghi fatti dai vigili urbani sul luogo dove dormivo, ossia: per la strada, perchè non si è agito d’ufficio. chiedo a ulteriori ragguagli in merito visto che non si ha delucidazioni appaganti,non si pronuncia . ringrazio. vincenzo Tags: case popolari Posted in Blogroll, [Cronaca] cronaca nazionale, [Politica] diritti del cittadino | No Comments » Venerdì, Settembre 12th, 2008 « all’assessore roberto tricarico comune di torino assessore case comune di torino vincenzo Dice: Il tuo commento è in coda di moderazione. Settembre 12, 2008 at 4:06 pm vincenzo Dice: 16 09pmFri, 12 Sep 2008 14:55:53 +0000255o, 2008 alle 20.24 Oggi il funzionario di locare (agenzia di intermediazione alloggi convenzionata del comune di torino) riferisce: l’assegnazione di un alloggio patrimoniale era gestita da altri uffici ,lei non può iscriversi all’agenzi locare perchè non ha un reddito .l’anno scorso era valutato dal dirigente c.ea .(comm. emerg. abit.) le avevano assegnato un alloggio .a canone sociale (rifiutato perchè si trattava di una monocamera,e non di un alloggio).chiedo informazioni ,mi risponde che prima il soggetto accetta l’alloggio poi in secondo stante la commissione casa mi avrebbe invitato a firmare l’iscrizione all’agenzia.dopo tre anni che sono stato sfrattato già da una casa popolare, (avevo chiesto al giudice di convocare l’ex iacp,si era dichiarato che l’alloggio era insalubre se non si conciliava alla revisione del’affitto il sottoscritto chiedeva su istanza al giudice di valutare la risoluzione del contratto,ad avvenuta verifica del Ctu,durante questa concialiazione l’iacp sollecita a mia insaputa ,senza comunicare al comune come dai doveri d’ufficioche si stava per conciliare, lo sgombero per morosità,il comune non verifica le mie doglianze e esegue lo sgombero ,il resto si solleverà su denuncia c/o la Procura della Repubblica)l’unica soluzione che invitano è di servirsi dei servizi sociali al fine di intaurare una pratica del debito pregresso,ho riferito visti gli anni intercorsi ed i numerosi sopralluoghi fatti dai vigili urbani sul luogo dove dormivo, ossia: per la strada, perchè non si è agito d’ufficio.chiedo a Lei ulteriori ragguagli in merito visto che da codesti dirigenti non si ha delucidazioni appaganti.grazie vincenzo Tags: case popolari Posted in [Politica] diritti del cittadino | No Comments » all’assessore roberto tricarico comune di torino Venerdì, Settembre 12th, 2008 vincenzo Dice: Il tuo commento è in coda di moderazione. Settembre 12, 2008 at 4:06 pm vincenzo Dice: 16 09pmFri, 12 Sep 2008 14:55:53 +0000255o, 2008 alle 20.24 Oggi il funzionario di locare (agenzia di intermediazione alloggi convenzionata del comune di torino) riferisce: l’assegnazione di un alloggio patrimoniale era gestita da altri uffici ,lei non può iscriversi all’agenzi locare perchè non ha un reddito .l’anno scorso era valutato dal dirigente c.ea .(comm. emerg. abit.) le avevano assegnato un alloggio .a canone sociale (rifiutato perchè si trattava di una monocamera,e non di un alloggio).chiedo informazioni ,mi risponde che prima il soggetto accetta l’alloggio poi in secondo stante la commissione casa mi avrebbe invitato a firmare l’iscrizione all’agenzia.dopo tre anni che sono stato sfrattato già da una casa popolare, (avevo chiesto al giudice di convocare l’ex iacp,si era dichiarato che l’alloggio era insalubre se non si conciliava alla revisione del’affitto il sottoscritto chideva la risoluzione del contratto,durante questa concialiazione l’iacp sollecita lo sgombero per morosità,il comune non verifica le mie doglianze e esegue lo sgombero ,il resto si solleverà su denuncia c/o la Procura della Repubblica)l’unica soluzione che invitano è di servirsi dei servizi sociali al fine di intaurare una pratica del debito pregresso,ho riferito visti gli anni intercorsi ed i numerosi sopralluoghi fatti dai vigili urbani sul luogo dove dormivo, ossia: per la strada, perchè non si è agito d’ufficio.chiedo a Lei ulteriori ragguagli in merito visto che da codesti dirigenti non si ha delucidazioni appaganti.grazie vincenzo vincenzo ha detto questo su settembre 18, 2008 a 1:26 pm | Replica

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: